Il mercato all’ingrosso dei Titoli di Stato (MTS)

Si tratta del mercato telematico secondario all’ingrosso, in cui è possibile negoziare titoli di stato italiani o esteri e titoli garantiti dallo Stato.

Il mercato MTS è stato istituito negli anni ’80 e poi successivamente privatizzato nel 1997, con la costituzione della società MTS S.p.A., i cui soci sono le più importanti istituzioni finanziarie italiane ed estere.

In questo mercato possono operare solo gli investitori istituzionali, che come da regolamento possono essere individuati in: banche nazionali, comunitarie ed extracomunitarie, le imprese d’investimento italiane, comunitarie ed extracomunitarie, il Ministero del Tesoro e la Banca d’Italia.

Tre sono le categorie che operano su questo mercato:

- Primary dealers: si tratta di operatori principali, definiti anche market makers, che formulano offerte di acquisto e vendita di titoli di Stato, in modo continuativo.

- Dealers: si tratta della controparte dei Primary Dealers, ovvero di tutti gli altri operatori che accettano o rifiutano i prezzi proposti dai market makers.

- Specialisti: sono sicuramente gli operatori più importanti. A fronte del rispetto di obblighi più severi, soprattutto in termini quantitativi minimi scambiati, tali operatori possono ottenere vantaggi importanti, grazie ad un rapporto privilegiato con il Tesoro.

Il mercato MTS si suddivide in tre segmenti:

- MTS Cash : come dice la parola stessa, si tratta del segmento di mercato cash
- MTS Pct: si tratta del segmento in cui è possibile negoziare i PCT (Pronti Contro Termine)
- MTS strips: segmento in cui avviene la negoziazione dei prodotti strip (componenti cedolari).

Le Proposte di Negoziazione possono essere effettuate per quantitativi minimi pari a 10,5 o 2,5 milioni di euro a seconda dello strumento. La liquidazione è su base netta (Delivery Versus Payment) mediante il Sistema di Liquidazione dei Titoli gestito dalla Banca d’Italia con scadenza pari al secondo giorno di borsa aperta successivo a quello di stipulazione per i BoT e al terzo per tutti gli altri strumenti.